Benessere Intestino

CANDIDA

La candida è un fungo che colonizza fisiologicamente la mucosa intestinale, convive all’interno del nostro intestino assieme a circa 400 specie di microrganismi benefici, utile per la digestione dei carboidrati. La sua proliferazione è costantemente controllata dal sistema immunitario e dalla microflora benefica presente nell’intestino. La flora intestinale è costituita principalmente da batteri: anaerobi (bifidobatteri e batteroidi) localizzati principalmente nel colon e aerobi (lattobacilli) per lo più concentrate nell’intestino tenue.

Nello specifico sono i lattobacilli a sorvegliare la proliferazione della candida, questo perché entrambi competono per la stessa fonte di cibo, gli zuccheri. Così quando per varie ragioni la flora di lattobacilli diventa insufficiente la candida prende il sopravvento creando una condizione di disequilibrio definita come disbiosi intestinale. In uno stato disbiosi la candida da flora commensale diventa patogeno attuando anche una trasformazione fisica, dalla forma tondeggiante di spora di lievito innocuo che aderisce alle mucose senza lederle, si modifica in ifa dotandosi di una specie di tentacoli, in grado di penetrare e invadere i tessuti fino a raggiungere i vasi linfatici e a farsi trasportare nel sangue.

Con questa modalità la candida si diffonde all’interno dell’organismo colonizzando zone lontane dall’intestino, come la pelle, la cavità orale, l’apparato respiratorio e le mucose genito-urinarie. Alla diffusione a livello sistemico delle ife consegue la produzione di molecole pro infiammatorie da parte delle cellule epiteliali. Si crea così una risposta infiammatoria, che si manifesta con vari sintomi in particolar modo a livello gastrointestinale, urogenitale, sistema nervoso e immunitario.

Con il sistema immunitario indebolito la candida prende il sopravvento e a sua volta la proliferazione della candida favorisce un ulteriore abbassamento delle difese immunitarie predisponendo all’insorgenza di patologie autoimmuni come allergie, eczemi, psoriasi. Tra le cause più comuni favorenti la sua crescita si annoverano l’uso di antibiotici che alterano la flora intestinale, i farmaci cortisonici, la pillola anticoncezionale, lo stress, l’alimentazione ricca di lieviti, zuccheri e carboidrati raffinati.

La diffusione della candida nel nostro organismo si manifesta con sintomi e disturbi vari che possono variare a seconda del distretto coinvolto. Generalmente si avvertono stanchezza cronica, mancanza di concentrazione, malessere generale, difficoltà digestive, pancia gonfia, crampi intestinali, episodi di colite, difficoltà respiratorie, irritazione e bruciore delle zone del derma colpite, infiammazioni vulvo vaginali, ecc… La sua eccessiva presenza a livello intestinale diventa causa di rallentamento digestivo e compromette l’assimilazione dei nutrienti, in particolare di vitamine e minerali. Si rileva a lungo andare uno stato di carenza nutrizionale che induce ad ammalarsi più spesso. Altro sintomo caratteristico è l’eccessivo desiderio di zuccheri, si avverte il bisogno di dolci, pane, pasta e pizza. Tale desiderio è indotto da una tossina prodotta dalla candida, che agisce a livello del sistema nervoso e che spinge a nutrirsi di alimenti che ne favoriscono la crescita. Un’altra sostanza tossica prodotta è l’acetaldeide che è in grado di attraversare la barriera ematoencefalica, riesce a raggiungere il cervello provocando un’ alterazione nel sistema nervoso e disturbi come apatia, vertigini, maggiore irritabilità, depressione. L’infezione a livello vaginale invece è riconoscibile da perdite biancastre, prurito e bruciore alle parti intime, labbra vaginali arrossate e gonfie, in alcuni casi dolore durante la minzione e/o durante i rapporti sessuali.

CANDIDA COME TENERLA SOTTO CONTROLLO

Per evitare la proliferazione della candida è necessario intraprendere un percorso di riequilibrio in cui si favoriscono i naturali processi fisiologici affrontando in  maniera efficace le cause. Per risolvere il problema bisogna intraprendere un percorso che consideri la persona nel suo complesso considerando tutti gli aspetti e lavorando contemporaneamente su più livelli. Sarà quindi importante:

– un’integrazione antimicrobica naturale in grado di contrastare la candida e  stimolare le difese immunitarie

– favorire il riequilibrio della flora batterica con i fermenti lattici adeguati e il ripristino della mucosa intestinale

– seguire una dieta corretta, che elimini gli alimenti favorenti la candida come zuccheri, lieviti, latticini, ecc.. prediligendo alimenti che coadiuvano il riequilibrio dell’intestino come verdure, pseudo cereali, pesce, ecc..

–  attuare dei cambiamenti nel proprio stile di vita per supportare e rafforzare il proprio sistema immunitario, cercando di diminuire per quanto è possibile lo stress psicofisico e svolgendo dell’attività fisica in modo costante sia per limitare lo stress  che per eliminare le tossine.

Il nostro intervento per supportare la persona sarà quindi rivolto ad individuare le cause principali, riequilibrare gli scompensi e a personalizzare a seconda delle necessità l’integrazione più idonea sia in caso del singolo episodio che di recidive.

Aggiungi un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *